#iosonosolidale

Scritto da anna ghiberti.

                            

Ho conosciuto la Fondazione in un momento triste della mia vita, in occasione della malattia di mio padre che per diversi mesi è stato ricoverato presso l’Ospedale di Settimo Torinese.  In quel periodo ho capito quanto fosse importante per un cittadino settimese poter contare sulla presenza di una struttura ospedaliera nella propria città. A poco a poco ho visto però che la  Fondazione non era impegnata solo in campo sanitario, ma anche sociale, culturale, educativo e nella prevenzione. Penso al recente acquisto di un moderno apparecchio per la mammografia o ai defibrillatori salvavita collocati in punti strategici della città. Ho visto inoltre l’opera svolta a favore dell’emergenza profughi che fa di Settimo veramente una città della accoglienza e della solidarietà. In un mondo ormai diventato difficile e complesso, sapere che esiste una Fondazione vicino ai problemi delle persone sole e più deboli  come anziani, malati e migranti mi fa sentire bene e mi spinge a farne parte, dando il mio concreto contributo “
Paolo S.

La Fondazione Comunità Solidale Onlus, anche grazie a Paolo, ha potuto sostenere le attività del Centro T. Fenoglio di Settimo T.se.


   
 
 
 
Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su 'Maggiori informazioni'. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.